Puerto Escondido

PuertoEscondido

Solo cani randagi mi accompagnano
curiosa dell’alba sorta
sull’incalzante fragore di onde mai viste prima.

Incessanti e grandiose
senza tregua rimestano
l’anima travolta da liquidi fantasmi di sabbia.

Dal fondo oscuro trasale
l’io inebriato da fragranze salmastre
e di nuovo lo inventa il fremito della pelle nel vento.

Il mo minuscolo corpo
avvolto dall’immensità accoglie
sgomento la libertà che così piccolo e grande lo crea.

1981

Advertisements

La mia città

immagine-soleggiata-del-duomo-della-cattedrale-milano-33236951

Cammino controluce.

Fremito sulla pelle la folla che mi sfiora
sagome senza volto
tessere di me che non conosco
s’incastrano nel mio incompleto puzzle
i ritmi della città confluiscono
nel suono dentro le mie orecchie
Let it be, lascia che sia.

I fianchi ondeggiano morbidi
dello stesso ritmo che scorre nella via
la musica è dentro
sospinge avanti
avanti
scivolo
sono parte di questi sassi che calpesto
dei muri antichi
del marmo freddo e rosa
di tutta la città
di questo maledetto paese che amo

parte dell’intero universo
che fluisce nel mio minuscolo essere
mentre cammino incontro al sole: Rising sun.

Rossana Bacchella